Questo sito utilizza cookie per migliorarne i contenuti. Se vuoi saperne di più clicca sul link privacy. Se accedi a qualunque elemento del sito acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Company Logo

.

IMAGE Master Rapid SKF Tripla Medaglia e Campionessa d’Italia ai Camp. Italiani Cadetti di Kata
Martedì, 19 Aprile 2022
Karate. La Master Rapid SKF Tripla Medaglia e Campionessa d’Italia ai Camp. Italiani Cadetti di Kata Sabato e domenica scorsi, al “PalaPellicone” di Ostia Lido (Roma) si sono disputati i Campionati Italiani di Karate delle categorie Cadetti. In questa importante kermesse la Master Rapid SKF CBL ha raggiunto tre medaglie di assoluto valore. Al PalaPellicone i ragazzi dei Maestri Maffolini, Landi, Zanotti e Sartirani non solo hanno conquistato due medaglie d’Argento ed una di Bronzo... Read More...
IMAGE Il Karate Master Rapid SKF CBL viceCampione d’Italia nell’Under 21 maschile con Federico Arnone.
Martedì, 19 Aprile 2022
Il Karate Master Rapid SKF CBL viceCampione d’Italia nell’Under 21 maschile con Federico Arnone. La Campionessa d’Italia uscente Elena Roversi ferma per febbre alta salta la gara fermata dai medici. Un successo importante è quello che è stato ottenuto dai ragazzi del Karate Master Rapid SKF CBL che nel week end 25/26/27 Marzo, presso il Centro Olimpico PalaFijlkam di Ostia Lido a Roma, hanno disputato i Campionati Italiani Under 21 di Kata e Kumite. Gli Atleti, dei Maestri Francesco... Read More...
IMAGE Karate, la Master Rapid SKF CBL 8 medaglie al Gran Prix Croazia
Martedì, 22 Marzo 2022
Karate, la Master Rapid SKF CBL 8 medaglie al Gran Prix Croazia WKF ! Grandioso risultato internazionale nella disciplina olimpica del Karate per il settore giovanile della ASD Master Rapid SKF CBL, al Gran Prix Croazia – WKF, svoltosi presso l’impianto sportivo di Samobor – Croazia 18/20 marzo 2022.Il colpaccio l’hanno ottenuto Miriam Ederar (Cadets female wkf), Leonardo Bombardi (Cadets male wkf) ed Elena Roversi (Senior female wkf) che sono riusciti nell’impresa di vincere l’Oro... Read More...
IMAGE Master Rapid SKF CBL travolgente al Campionato Regionale Cadetti con 11 qualificazioni.
Martedì, 22 Marzo 2022
Master Rapid SKF CBL travolgente al Campionato Regionale Cadetti con 11 qualificazioni. Al campionato regionale classe cadetti, svoltosi domenica 13 marzo a Calcinato l’ASD Master Rapid SKF CBL regala a Brescia il titolo Regionale per club nel Kata in entrambi le categorie maschile e femminile, dominando la specialità. Nei cadetti maschili di kata partecipavano 22 atleti rappresentanti da tutte le province lombarde, selezionati dai migliori club federali. E’ proprio nel maschile che la... Read More...
IMAGE Elena Roversi di Bronzo a Pamplona WKF Series A
Martedì, 01 Febbraio 2022
Risultato storico per la Master Rapid SKF CBL grazie ad Elena Roversi che in Spagna a Pamplona vince una medaglia di bronzo di respiro mondiale alla prima Series A WKF del 2022 Dopo due anni dall’ultimo torneo è tornata la Serie A di Karate 2022 e oltre alle medaglie vinte a squadre ecco finalmente giungere la prima medaglia individuale dell’ASD Master Rapid SKF in una competizione WKF Series A. Sui tatami spagnoli di Pamplona infatti, si sono visti gareggiare tanti dei migliori talenti a... Read More...
IMAGE Master Rapid SKF CBL alla Venice Cup bottino strepitoso 9 Medaglie WKF !
Mercoledì, 15 Dicembre 2021
Master Rapid SKF CBL alla Venice Cup bottino strepitoso 9 Medaglie WKF ! Gli atleti della Master Rapid SKF CBL hanno partecipato alla Venice Cup 2021, giunta alla ventottesima edizione. A Jesolo è stato un weekend all’insegna del karate: 3094 Atleti provenienti da 54 Nazioni, dai Senior agli Under 14 - si sono sfidati durante questi cinque giorni di combattimenti intensissimi che ancora una volta hanno messo in luce la bontà della scuola Master Rapid SKF CBL. Alla fine, gli atleti dei... Read More...
IMAGE La Master Rapid SKF CBL si tinge d'Azzurro! Roversi, Bodei e Maffolini convocati
Venerdì, 26 Novembre 2021
Non finiscono le belle notizie per la Master Rapid SKF CBL, infatti, sono giunte le convocazioni della Nazionale Italiana per la Coppa del Mondo Giovanile/Venice Cup (9/12 dicembre Jesolo) e due ragazze del sodalizio avranno l'ennesima soddisfazione di vestire l'azzurro. Elena Roversi Kata Under 21; Pamela Bodei Kumite Under 21; oltre a loro ovviamente è stato convocato come Allenatore Ufficiale della Nazionale anche il Maestro Francesco Maffolini che porta oramai stabilmente la laboriosità e... Read More...
IMAGE 20/21 Nov. week end di soddisfazioni tra Riccione e Bergamo
Domenica, 21 Novembre 2021
20/21 Nov. week end di soddisfazioni tra Riccione e Bergamo  Week end ricco di soddisfazioni per i ragazzi della Master Rapid SKF CBL che tra Riccione e Bergamo hanno raccolto soddisfazioni e gloria. Il tutto è iniziato Sabato 20 Novembre al Playhall di Riccione dove è andato in scena il Campionato Nazionale CSEN. In questa competizione a vincere la medaglia d’Oro ed il titolo di campione nazionale CSEN sono stati Pendoli Aurora, Perina Camilla, Dejan Gruer, Pendoli Emanuele,... Read More...
IMAGE Medaglie d’oro, d’Argento e di Bronzo ai Regionali
Lunedì, 25 Ottobre 2021
Karate Master Rapid SKF CBL Medaglie d’oro, d’Argento e di Bronzo ai Regionali Inizio stagione che si apre alla grande per il Karate Master Rapid CBL che ha visto impegnati alcuni suoi atleti in importanti competizioni regionali federali. Domenica 24 Ottobre al Campionato Regionale di Kumite organizzato a Calcinato il sodalizio guidato dai Maestri Francesco Maffolini, Dario Zanotti e Francesco Landi ha ottenuto piazzamenti importanti e medaglie prestigiose, a Basma Cherouaqi è andato il... Read More...
IMAGE Master Rapid SKF CBL di bronzo con Matteo Landi agli Assoluti
Venerdì, 22 Ottobre 2021
Master Rapid SKF CBL di bronzo con Matteo Landi agli Assoluti Si è conclusa domenica 17 Ottobre la “tre giorni di competizioni” che ha visto l’assegnazione dei titoli Italiani di karate nella specialità kumite (combattimento) della Categoria Assoluti, la più prestigiosa del panorama nazionale.Il Karate Master Rapid SKF CBL nonostante le importanti defezioni dell’ultimo minuto (Omar Poetini e Andrea Pelamatti su tutti) era presente con diversi Atleti (Enrico Bruno, Dejan Gruer,... Read More...


LA PRIMA SCUOLA DI KARATE: 
SOKON MATSUMURA

La storia del karate nella tradizione di Okinawa assume contorni un po' più definiti a partire da Sokon Matsumura. Di fatto, le ricerche sulla prima scuola di karate, il cui influsso sulla pratica contemporanea sia riconoscibile, riconducono a lui. Egli sarebbe stato il primo ad aver trasmesso un metodo sistematico. Ciò che chiamiamo Shuri-te risale alla sua arte, e il suo influsso contribuì esplicitamente alla formazione del Tomari-te. E' probabile che Matsumura abbia ricevuto l'insegnamento di Sakugawa ma, secondo la tradizione orale, fu un cinese chiamato Iwa che egli indicò come suo maestro nell'arte cinese del combattimento. Nessun documento precisa le sue relazioni con Sakugawa.

L'importanza storica dell'arte di Matsumura sta nel fatto che vi si può scorgere l'integrazione di tre elementi culturali:

1. La tradizione del te o de, che e l'insieme delle tecniche di combattimento praticate dagli abitanti di Okinawa.
2. L'arte giapponese della spada della scuola Jigen-ryu.
3. L'arte cinese del combattimento.

Il ruolo di Matsumura nella storia del karate è tanto più importante se consideriamo che formò molti allievi. Alcuni tra loro sono divenuti anch'essi maestri di quest'arte e hanno diffuso l'arte e le idee del loro maestro, pur contribuendo tutti a farle evolvere.
Ecco i nomi dei suoi principali allievi:

Anko Asato: 1828-1906
Anko Itosu: 1830-1915
Kentsu Yabu: 1866-1937
Chomo Hanashiro: 1869-1945
Chotoku Kiyan: 1870-1945

Tutti questi allievi hanno contribuito alla stabilizzazione delle forme di karate e alla sua diffusione nell'isola di Okinawa. A. Itosu e i suoi allievi realizzeranno la grande svolta della storia del karate, che darà forma al karate moderno come lo conosciamo ai nostri giorni. Itosu nel 1901 compì la grande svolta per la diffusione del karate introducendo quest'arte nell'educazione scolastica. L'importanza di questo cambiamento è considerevole, perché prima l'insegnamento del karate era una pratica individualizzata, in cui il maestro guidava uno o due allievi alla volta, mentre con l'adozione di questo nuovo sistema divenne anche una formazione di massa o di gruppo. La pedagogia di Itosu si ispira ai metodi di formazione dei soldati che il Giappone stava importando dall'Europa. A scuola un solo insegnante dirigeva numerosi allievi gridando un comando per ogni gesto da eseguire, cosa che non esisteva nell'insegnamento tradizionale del karate. A. Itosu elaboro, a partire dalle sue prime esperienze con gli scolari, dei kata destinati all'insegnamento scolastico.

E a questo scopo che compose dapprima i tre kata "Naifanchi" a partire dal Naifanchi classico, poi i cinque kata "Pinan". Classifico questi kata secondo una gradazione indicata con il suffisso "dan": Naifanchi shodan, nidan e sandan e Pinan shodan, nidan, sandan, yodan e godan. L'impiego del termine "dan", che significa grado, o livello, per classificare i kata gli era stato suggerito dal suo maestro Sokon Matsumura partendo dal sistema di catalogazione dei kata di spada del Jigen-ryu nel quale si applica il sistema dei "dan" per la classificazione degli esercizi. L'insegnamento del karate nella scuola e stato, ai suoi inizi, assicurato principalmente dai due allievi di Itosu, Yabu e Hanashiro. Ma il loro insegnamento non era sempre una ripresa diretta e sistematica delle idee del maestro. Prima di riuscire a stabilire l'insegnamento del karate in questo nuovo contesto, Itosu e i suoi allievi dovettero apportare numerose rettifiche ai vecchi modi di praticare.

L'entrata del karate nel sistema scolastico segna una svolta che, al di la della tendenza rappresentata da Itosu, riguarda l'insieme del karate di Okinawa.

Quest'arte si stava formando, e le sue particolarità cominciavano ad affermarsi in una relazione continua con l'arte cinese del combattimento. Con la formalizzazione che accompagna l'introduzione del karate nella scuola pubblica, esso comincia a istituzionalizzarsi e a irrigidirsi. Progressivamente, gli adepti iniziarono a considerare il karate come un'arte classica, conclusa, dove la cosa più importante era rispettare la tradizione e affermare la legittimità della sua filiazione. Contemporaneamente, gli sconvolgimenti intervenuti nelle relazioni , tra il Giappone e la Cina rimisero in questione i canali tradizionali attraverso i quali l'arte cinese del combattimento giungeva a Okinawa. Questo contatto, se si fosse prolungato, avrebbe con tutta probabilità continuato a far evolvere il karate. Le tecniche di karate appaiono frammentarie se vengono considerate come una trasmissione dell'arte cinese del combattimento. Ma, messe in pratica a modo loro dagli abitanti di Okinawa, costituiscono un insieme. Le tecniche, meno numerose che nell'arte d'origine, furono, per questa stessa ragione, praticate più intensamente e rielaborate in modo da permettere di affrontare la molteplicità delle situazioni che potevano presentarsi. A partire dagli anni Venti, il karate sarà presentato come "l'arte di Okinawa" nelle isole principali del Giappone. E' il paradosso del karate, di continuare a evolvere pur dando l'apparenza di un'arte pervenuta alla stabilita di una lunga tradizione com'è, per esempio, la spada giapponese.

Sul piano della trasmissione sono gli anni '30 che costituiscono il punto di diramazione dell'evoluzione del karate tradizionale e l'origine delle diverse forme e dei diversi stili che continueranno ad evolversi fino ai giorni nostri. 

Cerca nei contenuti

Riflessioni

La felicità nella via...

Leggi tutto...

Inno Karate

SPOT Radiofonico